Miglior Stampante 3D qualità prezzo – quale scegliere?

In questo articolo vi faremo capire che tipo di stampante 3D dovreste cercare in base al lavoro che dovete eseguire e altro; ma prima di ciò, se avete fretta e non intendete leggere i nostri consigli, vi indichiamo subito qua sotto la classifica delle stampanti 3D qualità prezzo più vendute su Amazon.

Più venduto N° 1
GIANTARM Geeetech Stampante 3D Prusa I3 Pro W, Sistema di Controllo Sviluppato GT2560, Scheda di Memoria SD, Software EasyPrint 3D, 200 x 200 x 180mm.
  • Link allegato per scaricare il manuale di assemblaggio della stampante I3 Prow italiana: https://drive.google.com/drive/folders/1b7HXo_bVGm6w41MUvov2eN1NTohpE_IB?usp=sharing
  • Alta stabilità e affidabilità: grazie al telaio di legno di alta qualità (6mm di spessore) e la struttura di rinforzo, mantengono la i3 pro W lontana dai problemi
  • .Qualità di stampa: la precisione e la risoluzione dei layer consentono un'ottima finitura superficiale e una struttura resistente. Montaggio facile e regolazioni veloci per un notevole...
Più venduto N° 2
Geeetech Prusa I3 Pro B stampante 3D in acrilicocon kit non montato
  • 1. Certificazioni: CE ed FCC
  • 2. Filamenti supportati: PLA ed ABS
  • 3. Servizio di supporto: Supporto tecnico online (Whatsapp)
Più venduto N° 3
Comgrow Creality 3D Ender-3 Stampante 3D Alluminio DIY con Resume Print Formato di Stampa 220 * 220 * 250mm
  • Riprendi stampa: Ender-3 ha la capacità di riprendere le stampe anche dopo un'interruzione di corrente o un errore.
  • Assemblaggio facile e veloce: Viene fornito con diverse parti assemblate, è necessario solo circa 2 ore per assemblare ben 20 dadi.
  • L'estrusore riduce notevolmente il rischio di ostruzione e la cattiva estrusione;V-Shape con rotella POM lo rendono silenzioso, liscio e resistente.
Offerta imperdibile!Più venduto N° 4
ELEGOO Stampante 3D LCD per Fotopolimerizzante MARS UV con Schermo a Colori Smart Touch da 3,5" Stampa Offline 3D Printer Dimensione di stampa 11.56cm (L) x 6.5cm(W) x 15cm(H) -Nero
  • 【Alta precisione e risoluzione】ELEGOO Mars utilizza un display LCD schermato 2K HD 2560x1440 per una stampa accurata con una risoluzione XY di 0,047 mm.
  • 【Risparmio di resina e migliore stampa】CHITUBOX ti consente di svuotare il modello prima di affettare, risparmiando molta resina durante il processo di fotopolimerizzazione. Con lampade...
  • 【Software di taglio veloce intelligente】ELEGOO Mars è equipaggiato con l'ultima versione del software per affettare CHITUBOX per offrirti un'esperienza utente superiore. CHITUBOX taglia...
Più venduto N° 5
LABISTS X1 Stampante 3D, Mini e Portatile Stampante con Filamenti PLA 10m, Piastra di Costruzione Rimovibile, Stampa Online/Offline 3D Printer Dimensione di Stampa 10cm(L) x 10cm(W) x 10cm(H)
  • Mini Stampante 3D: Stampante con dimensione portatile a 245*205*210mm, peso di 1.3kg, volume di costruzione: 100*100*100mm, design specialmente per principianti e studenti, ampio uso per...
  • Alta Velocità e Precisione: Grazie all'ugello di diametro 0.4 mm, e la velocità adatta (10-60mm/s) che ridurrà il rumore durante il lavoro e garantirà una precisione di funzionamento...
  • Facile per Montaggio e Usare: Viene fornito con diverse parti assemblate, è necessario solo circa 15min per assemblare la macchina. 4 pulsanti per operare la stampa 3D semplicemente....
Più venduto N° 6
Anycubic Stampante 3D Photon con schermo LCD da 2K a luce UV MARS Printer offline Slicer veloce e un volume di stampa di 115x65x155 mm
  • 【Più intelligente】Con lo slicer Photon, goditi l'alta velocità di slicing, è possibile effettuare lo slicing di un file da 30 megabyte in un solo minuto. Puoi anche pre-visualizzare...
  • 【Alta precisione】Con lo schermo LCD 2560 * 1440 (2K), è possibile ottenere una stampa molto dettagliata, dettagli fino a pochi micrometri, ideale per gioielli, stampa dentale (richiede...
  • 【Grandi prestazioni】LED UV (lunghezza d'onda 405 nm, sorgente di luce UV 25W) progettato per proiettare in maniera uniforme e per durare nel tempo, equipaggiato con un dissipatore di...
Più venduto N° 7
GIANTARM Nuova Geeetech A20 Stampante 3D.Volume di Stampa: 255 * 255 * 255 mm, Ripristino Mancanza Alimentazione, Supporto in Alluminio Spesso 3 mm, Installazione Rapida, Kit fai-da-te.
  • 1, In allegato il collegamento che è possibile scaricare il manuale dell'utente e il manuale di assemblaggio della stampante:...
  • 2, installazione veloce: bastano circa 10 minuti per l'installazione dell'asse Z sulla piastra di base XY. Semplice e confortevole.
  • 3, Ripristino interruzione di corrente: la stampa si riavvia da un'interruzione di corrente imprevista nel punto in cui era stata interrotta. La stampa può essere interrotta in qualsiasi...

Ultimo aggiornamento 2020-02-20

Appena un decennio fa, le stampanti 3D erano enormi, macchine costose riservate a fabbriche e società benestanti. Erano quasi sconosciute al di fuori dei piccoli circoli di professionisti che le costruirono e li usarono. Ma grazie in gran parte al movimento di stampa 3D open source RepRap, questi incredibili dispositivi sono diventati prodotti fattibili e convenienti per l’utilizzo da parte di designer, ingegneri, hobbisti, scuole e persino consumatori curiosi.

Se sei sul mercato da poco, è importante sapere come le stampanti 3D differiscono l’una dall’altra in modo da poter scegliere il modello giusto. Sono disponibili in vari stili e possono essere ottimizzati per un determinato pubblico o tipo di stampa. Ti stai preparando per fare il grande passo? Ecco cosa devi considerare.

Non hai intenzione di leggere cosa abbiamo da dirti? clicca qui per passare alle recensioni

Cosa intendi stampare?

Legata alla questione di ciò che si desidera stampare vi è una domanda più fondamentale: perché intendi stampare in 3D? Sei un consumatore interessato alla stampa di giocattoli e / o articoli per la casa? Un trendsetter a cui piace mostrare gli ultimi gadget ai tuoi amici? Un educatore che cerca di installare una stampante 3D in un’aula, una biblioteca o un centro comunitario? Un hobbista o un fai-da-te a cui piace sperimentare nuovi progetti e tecnologie? Un designer, un ingegnere o un architetto che deve creare prototipi o modelli di nuovi prodotti, parti o strutture? Un artista che cerca di esplorare il potenziale creativo della fabbricazione di oggetti 3D? O un produttore che cerca di stampare articoli in plastica in tirature relativamente brevi?

La stampante 3D che fa per te dipende da come prevedi di utilizzarla. I consumatori e le scuole vorranno un modello facile da installare e utilizzare, che non richieda molta manutenzione e abbia una qualità di stampa ragionevolmente buona. Hobbisti e artisti potrebbero desiderare funzioni speciali, come la possibilità di stampare oggetti con più di un colore o di utilizzare più tipi di filamenti. Designer e altri professionisti vorranno una qualità di stampa eccezionale. I negozi coinvolti nella produzione a breve termine vorranno un’ampia area di costruzione per stampare più oggetti contemporaneamente. Gli individui o le aziende che vogliono mostrare le meraviglie della stampa 3D ad amici o clienti vorranno una macchina bella e anche affidabile.

Per questa guida, ci concentreremo sulle stampanti 3D nella gamma di prezzo inferiore a € 450, rivolte a consumatori, hobbisti, scuole, progettisti di prodotti e altri professionisti, come ingegneri e architetti. La stragrande maggioranza delle stampanti in questa gamma costruisce oggetti 3D a partire da filamenti di plastica fusa, una tecnica nota come fabbricazione di filamenti fusi (FFF), o in inglese detta “fused filament fabrication”.

Quali dimensioni vuoi stampare

Bisogna assicurarsi che l’area d’installazione di una stampante 3D sia abbastanza grande per il tipo di oggetti che si intende stampare con quest’ultima. L’area di costruzione è la dimensione, in tre dimensioni, dell’oggetto più grande che può essere stampato con una data stampante (almeno in teoria – potrebbe essere un po ‘meno se la piattaforma di costruzione non è esattamente a livello, per esempio). Le stampanti 3D tipiche hanno aree di costruzione comprese tra 17 e 24 centimetri quadrati, ma queste misure possono variare.

Che materiale vuoi usare per la stampa 3D?

La maggior parte delle stampanti 3D a basso costo utilizzano la tecnica FFF (quella menzionata in precedenza), in cui il filamento di plastica, disponibile in bobine, viene fuso e quindi si solidifica per formare l’oggetto. I due tipi più comuni di filamento sono di gran lunga acrilonitrile-butadiene-stirene (ABS) e acido polilattico (PLA). Ognuno ha proprietà leggermente diverse. Ad esempio, l’ABS si scioglie a una temperatura superiore rispetto al PLA ed è più flessibile, ma quando viene fuso emette fumi che molti utenti trovano spiacevoli e necessita di un piano di stampa riscaldato. Le stampe PLA sembrano lisce, ma tendono ad essere abbastanza fragili.

Altri materiali utilizzati nella stampa FFF includono, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, polistirene ad alto impatto (HIPS), filamenti compositi legno, bronzo e rame, filamenti luminescenti UV, nylon, poliestere Tritan, alcool polivinilico (PVA), polietilene tereftalato ( PETT), policarbonato, PLA conduttivo e ABS, elastomero termoplastico copolyamide plastificato (PCTPE) e PC-ABS. Ogni materiale ha un diverso punto di fusione, quindi l’uso di questi filamenti è limitato alle stampanti progettate appositamente per questi o a quelle con software che consentono agli utenti di controllare la temperatura dell’estrusore.

Il filamento è disponibile in due diametri – 1,85 mm e 3 mm – con la maggior parte dei modelli che utilizzano il filamento di diametro inferiore. Il filamento viene venduto in bobine, generalmente sono di 1 kg, e viene venduto tra € 17 e € 45 al chilogrammo per ABS e PLA. Sebbene molte stampanti 3D accettino bobine generiche, le stampanti 3D di alcune aziende utilizzano bobine o cartucce di proprietà. In questi casi dovete accertarvi che il filamento abbia il diametro giusto per la stampante e che la bobina abbia le dimensioni giuste.

Le stampanti per stereolitografia possono stampare ad alta risoluzione ed evitare il filamento a favore della resina liquida fotosensibile (polimerizzabile con UV), che viene venduta in bottiglia. È disponibile solo una tavolozza di colori limitata: principalmente chiara, bianca, grigia, nera o oro. Lavorare con resina liquida e alcool isopropilico, che viene utilizzato nel processo di finitura per stampe stereolitografiche, può essere un po’ confusionario.

Di quale risoluzione hai bisogno?

Una stampante 3D fa uscire strati sottili di plastica fusa secondo le istruzioni codificate nel file per l’oggetto da stampare. Per la stampa 3D, la risoluzione è uguale all’altezza del livello. La risoluzione è misurata in micron, con un micron di 0,001 mm e più basso è il numero, maggiore è la risoluzione. Questo perché più sottile è ogni strato, più strati sono necessari per stampare un dato oggetto e più fine è il dettaglio che può essere catturato. Si noti, tuttavia, che aumentare la risoluzione è un po ‘come aumentare il conteggio dei megapixel di una fotocamera digitale: sebbene una risoluzione più elevata aiuti spesso, non garantisce una buona qualità di stampa.

Quasi tutte le stampanti 3D vendute oggi possono stampare con una risoluzione di 200 micron, che dovrebbe produrre stampe di qualità decente, o meglio, e molte possono stampare a 100 micron, che generalmente offrono stampe di buona qualità. Alcuni possono ancora stampare a risoluzioni più elevate, fino a 20 micron, ma potrebbe essere necessario andare oltre le risoluzioni predefinite e passare a impostazioni personalizzate per abilitare risoluzioni più fini di 100 micron.

Una risoluzione più elevata ha un prezzo, poiché di solito pagherai un PLUS per le stampanti con risoluzioni superiori a 100 micron. Un altro aspetto negativo nell’aumentare la risoluzione è che può aggiungere alcuni minuti alle tempistiche di stampa. Dimezzare la risoluzione riduce del 50% il tempo necessario per stampare un determinato oggetto, tuttavia, per i professionisti che richiedono la massima qualità degli oggetti stampati, potrebbe valerne la pena il tempo extra.

Il campo della stampa 3D per consumatori e hobbisti è ancora agli inizi. La tecnologia si è evoluta rapidamente, rendendo questi prodotti sempre più praticabili e convenienti. Non vediamo l’ora di vedere quali miglioramenti porteranno i prossimi anni.

Vuoi stampare in svariati colori?

Alcune stampanti 3D con più estrusori possono stampare oggetti in due o più colori. La maggior parte sono modelli a doppio estrusore, con ogni estrusore alimentato da un diverso colore di filamento. Un avvertimento, questi possono solo stampare oggetti multicolori da file che sono stati progettati per la stampa multicolore, con un file separato per ogni colore; le aree di diversi colori si adatteranno così insieme come pezzi di puzzle (tridimensionali).

Come desideri connetterti alla stampante?

Con la maggior parte delle stampanti 3D, si avvia la stampa da un computer tramite una connessione USB. Alcune stampanti aggiungono la propria memoria interna, il che è un vantaggio perché possono conservare un lavoro di stampa in memoria e continuare a stampare anche se il cavo USB, accidentalmente, si potrebbe essere è scollegato o il computer è spento. Alcuni offrono connettività wireless, tramite Wi-Fi 802.11 o un collegamento peer-to-peer diretto. Un aspetto negativo del wireless è che, poiché i file di stampa 3D possono avere dimensioni massime di 10 MB, il loro trasferimento può richiedere molto più tempo. Un altro metodo di connessione che abbiamo visto è Ethernet.

Molte stampanti 3D hanno slot per schede SD da cui è possibile caricare e stampare file di oggetti 3D utilizzando i controlli e il display della stampante, mentre altri hanno porte per chiavette USB. Il vantaggio di stampare direttamente dal supporto è che non è necessario un computer. Il rovescio della medaglia è che aggiungono un ulteriore passaggio, nel trasferimento dei file sulla tua carta. In genere, oltre al cavo USB di base viene offerta la connettività wireless, scheda SD o chiavetta USB, sebbene alcuni modelli offrano una o più di queste opzioni.

Di quale software hai bisogno?

Le stampanti 3D di oggi vengono fornite con software su disco o come download. È compatibile con Windows e in molti casi può funzionare anche con macOS e Linux. Non molto tempo fa, il software di stampa 3D consisteva in diverse parti, tra cui un programma di stampa che controllava il movimento dell’estrusore, un programma di “guarigione” per ottimizzare il file da stampare, un dispositivo di taglio per preparare gli strati da stampare alla risoluzione corretta e il linguaggio di programmazione Python.

Oggi i produttori di stampanti 3D hanno integrato questi programmi in pacchetti semplici e intuitivi.

Classifica Migliori Stampanti 3D Qualità Prezzo

Ora che avete vi sono stati forniti alcuni consigli indispensabili per non sbagliare la decisione finale all’acquisto, pensiamo che siate pronti a leggere le nostre recensioni sulle migliori stampanti 3D qualità prezzo.

ELEGOO Stampante 3D LCD, Recensione

Ultimo aggiornamento 2020-02-20

Partiamo dalla stampante di marchio Elegoo, dal 2014 specializzato nella produzione di questi macchinari; il prodotto in questione non usa il classico filamento ma una resina, la quale funziona tramite la luce (fotopolimerizzazione) con il LED.

Per iniziare dovrete utilizzare la penna USB in dotazione e il pc per preparare i progetti, questo tramite l’app Chitubox, molto semplice e pratica.

Dettaglio importante è l’alta risoluzione in quanto, questa stampante 3D, è dotata di risoluzione XY a 0,047 mm.

Il design di questa stampante in sé è molto compatto e non eccessivamente ingombrante, l’altezza è di 15 cm e la larghezza di 7 cm circa, e presenta uno piccolo schermo LCD nel quale potrete anche visualizzare il progetto che è stato scelto sul pc.

Inclusi nella confezione troviamo mascherine, guanti, un alimentatore e altri accessori utili per la lavorazione.

La mascherina va indossata per precauzione, in quanto si andrà a lavorare con la resina che presenta proprietà chimiche che è meglio non inalare; solitamente la resina stessa fa molto odore, ma quella distribuita dal marchio Elegoo è quasi inodore (raccomandiamo comunque di tenere il posto arieggiato)

Pro

  • Il libretto delle istruzioni è molto efficiente e renderà il lavoro facile per qualsiasi principiante
  • Ottima risoluzione
  • Design gradevole

Contro

  • La pulizia post stampa può risultare noiosa per alcuni

GIANTARM Nuova Geeetech A20 Stampante 3D, Recensione

Ultimo aggiornamento 2020-02-20

Stampante adatta soprattutto per chi è alle prime armi con questi macchinari 3D e vuole fare qualche lavoro di pratica.

Da un semplice schermo LCD potrete “manovrare” la stampante andando a regolare temperatura, velocità di stampa e altri parametri per i più esperti.

L’area di stampa è stata promossa dal nostro staff, questo grazie ai suoi 25x25x25 centimetri, e la precisione di questo macchinario è di 0,1 mm; Potrete garantire un ottimo risultato grazie all’alta risoluzione e all’ottima aderenza degli oggetti al piano di stampa (vetro in carburo di silicio con rivestimento microporoso).

L’installazione è quasi banale e vi richiederà solamente 10 minuti.

Pro

  • Facile da utilizzare
  • Installazione semplice
  • Non fa odore come la resina perché usa i filamento tramite bobina PLA

Contro

  • Superfice molto adesiva, staccare i pezzi a volte risulta complicato

DIGGRO Alpha-3 FDM 3D Printer, Recensione

Ultimo aggiornamento 2020-02-20

La stampante 3D DIGGRO Alpha-3 ci colpisce per il suo touchscreen a colori da 3,4 pollici il quale rende questo prodotto veramente facile da capire, con un interfaccia chiaro.

Ti sarà possibile stampare modelli 3D dal tuo computer, attraverso vari software come Fusion 360, oppure tramite una scheda TF.

Altro dettaglio da non sottovalutare è l’area di stampa, in questo caso è di 22 x22 x25 centimetri, simile a quella del Giantarm vista in precedenza.

La scheda d’interruzione permette, in caso d’interruzione della corrente o esaurimento del filamento, di riprendere dal punto in cui la stampante si era fermata eliminando la preoccupazione di dover riniziare da capo.

Pro

  • Ottimo il touchscreen a colori
  • Vasta area di stampa
  • Struttura resistente e solida

Contro

  • Non è una stampante dalla pronta installazione, quindi perderete 40 minuti a montare gli accessori (cosa facile con il libretto delle istruzioni)

Stampante 3D A8 Prusa I3, Recensione

Ultimo aggiornamento 2020-02-20

Prodotto robusto, scheletro con effetto lucido, quasi specchiato, con componenti di ottima fattura realizzati in ferro; per interagire con questa stampante è consigliato trasferire il file GCOD sulla micro SD che troverete in dotazione e inserire quest’ultima nel lettore della scheda madre; un altro modo è collegare direttamente il cavo USB con il vostro computer (anche il cavo sarà nel pacco).

Vi sarà possibile utilizzare diversi tipi di filamenti come PLA o ABS, quale acquistare dipenderà dal tipo di progetto che avete.

Anche qui l’area di stampa è abbastanza ampia da poter ospitare qualsiasi progetto voi abbiate in mente, sono 22 x22 x24 centimetri totali.

Pro

  • Incluso CD con tutte le istruzioni per il montaggio
  • Semplice da configurare
  • Ottimo rapporto qualità prezzo

Contro

  • Nessun punto a sfavore rilevato

Anycubic Stampante 3D Photon con schermo LCD, Recensione

Ultimo aggiornamento 2020-02-20

Torniamo a una stampante che utilizza la resina, come la prima recensita, tramite tecnologia DLP; stampante che si presenta solida e compatta, elegante nel design e con un display touchscreen agevole.

Nella parte interna è presente una ventola di estrazione, la quale ha il compito di filtrare gli odori “cattivi” rilasciati dalla resina.

Il volume di stampa è 115 x65 x155 millimetri, abbastanza da poter produrre qualsiasi file.

In dotazione troverete guanti, mascherina e un contenitore di resina da 250 mm, sempre di marchio Anycubic.

Pro

  • Ottima qualità della stampa
  • Compatta e facile da usare
  • Arriva praticamente già pronta per l’uso (solo un pomellino da installare)

Contro

  • Funziona con resina, quindi dovrete abituarvi a un po’ di puzza

Conclusione

Acquistare la migliore stampante 3D per qualità prezzo non è cosa facile, soprattutto con i vari modelli presenti sul mercato; in base ai progetti che dovrete svolgere potrete richiedere un determinato tipo di stampante 3D.

Noi vi abbiamo voluto aiutare recensendovi sia i modelli a resina, per dettagli più definiti ma anche più costose, sia i modelli a filamento, molto più facili da usare ma dalla qualità quasi sempre non paragonabile ai precedenti.

Speriamo di esservi stati d’aiuto con la nostra classifica e i consigli proposti ma, se ci è sfuggito qualche buon prodotto oppure non abbiamo menzionato qualche dettaglio, non esitate a segnalarcelo nella sezione commenti qua sotto.

Buona stampa!

Lascia un commento