Macchina caffè Americano – Recensioni e prezzi

Che sia mattina, sera o dopo pranzo, l’abitudine del caffè è tra le più diffuse al mondo e sono davvero in pochi quelli che riescono a rinunciarci. C’è chi preferisce berlo velocemente in piedi, chi a tavola chiacchierando con la famiglia o leggendo il giornale, prendere un caffè rappresenta oltre che il soddisfacimento di un bisogno anche una sorta di rituale in cui si gode del piacere del gusto come di quell’attimo dedicato a se stesso. Ma proprio considerando le abitudini sempre diverse delle persone, si sono diffuse nel tempo diverse tipologie di caffè che dipendono in molti casi anche da fattori culturali e geografici. Tra queste in Italia il caffè espresso ha da sempre una maggiore diffusione, ma negli ultimi anni anche quello americano è diventato molto più popolare.

Trattandosi di una tipologia di caffè diversa, più lunga e dal sapore più intenso, ovviamente anche le macchine impiegate per la sua preparazione sono differenti e caratterizzate da un funzionamento specifico. È importante quindi, qualora si decidesse di optare per questa bevanda, fare un’attenta analisi di quello che rende questa tipologia di apparecchi più efficienti e affidabili, in modo da avere il risultato migliore. Infatti, anche se il suo funzionamento è semplice e prevede pochi comandi, possono essere anche dei piccoli dettagli a fare una grande differenza.

Migliori macchine per caffè americano del 2020

Come dicevamo, le macchine per la preparazione del caffè americano sono caratterizzate da un utilizzo molto semplice, ma questo non vuol dire che una vale l’altra. Anzi, soprattutto negli ultimi anni sono state apportate diverse novità e i modelli più recenti presentano funzioni innovative che è opportuno conoscere per arrivare a una scelta valida al momento dell’acquisto. In particolare bisogna fare attenzione alla capacità della macchina e alla sua potenza, sulla base delle nostre necessità, alla possibilità di rimuovere il serbatoio per procedere con la pulizia o, in caso contrario considerare la presenza di un programma per l’autopulizia. È inoltre consigliabile valutare le funzioni che potrebbero essere più utili per le nostre abitudini ed esigenze, bilanciandole con la cifra da spendere come investimento, e, se possibile, fare attenzione alla classe energetica per ridurre i consumi e favorire il benessere dell’ambiente.

Sulla base di queste considerazioni, i modelli migliori da noi selezionati sono i seguenti:

Caffettiera Americana Moulinex FG1528

Ultimo aggiornamento 2020-07-03

Semplicità di utilizzo, affidabilità e un design elegante rendono questo modello della Moulinex una soluzione ideale per chiunque, capace di rispondere a esigenze diverse assicurando sempre performance eccellenti.

Per prima cosa guardiamo alla praticità che caratterizza la forma essenziale. Il serbatoio integrato in parte trasparente permette di controllare il livello dell’acqua, mentre la comoda caraffa può essere staccata dal corpo macchina e utilizzata per ricaricare l’acqua, così come il vano porta filtro è facilmente rimovibile per essere pulito. La capienza di una carica in questo caso consente il riempimento fino a sei tazze, abbastanza per una giornata intera se si tratta di uso singolo o per soddisfare la colazione di una intera famiglia. Molto utile anche il pulsante on/off e il sistema anti gocciolamento che permettono di evitare sprechi e di poter gustare il proprio caffè sempre al momento giusto.

Macchina per caffè, thè e tisane Severin KA 4808

Ultimo aggiornamento 2020-07-03

Un modello che centra in pieno il concetto di comodità grazie al design compatto, che la rende perfetta anche per essere portata in viaggio, e alla versatilità d’uso determinata dal poter essere utilizzata per la preparazione anche di tisane e thè, oltre al caffè.

Sicuramente la forma compatta e snella rappresenta un grande vantaggio sia in termini di portabilità che per trovare facilmente collocazione in casa, ma questo non è l’unico punto a suo favore. La comodità che la contraddistingue deriva anche da altri particolari come la trasparenza del serbatoio per controllare l’acqua, l’indicatore sulla caraffa per segnalare la quantità di caffè preparata, la base riscaldata per mantenere le bevande calde o il filtro oscillante facilmente rimovibile per la pulizia. Anche la scelta di dotarla di una capacità pari a quattro tazze di caffè riflette la volontà di creare un apparecchio utile nel quotidiano e, potremmo dire, in grado di prendersi cura delle nostre piccole abitudini.

Macchina da caffè Yabano

Ultimo aggiornamento 2020-07-03

Volendo scegliere un solo aggettivo per questo modello, “precisa” sarebbe quello più idoneo a descrivere tanto il funzionamento affidato a innovative tecnologie che il design raffinato e pulito. Una combinazione perfetta che conferisce massima qualità a un prodotto che proprio per questa ragione offre una garanzia di ben due anni.

Chi ha detto che la semplicità non può essere sinonimo di innovazione? A volte, erroneamente, si pensa che la tecnologia renda i prodotti di cui ci circondiamo più complicati nell’utilizzo, ma in realtà non è così, anzi, come nel caso di questo modello Yabano la massima semplicità viene raggiunta proprio aggiornando la prestazione offerta. E qui la forza si vede già dai 900 watt di potenza grazie ai quali il nostro caffè potrà essere pronto in pochi minuti. In aggiunta, la funzione timer consente di impostare l’orario di preparazione che preferiamo, mentre la piastra riscaldata mantiene il calore della bevanda fino a 40 minuti prima di spegnersi in maniera automatica. Anche la regolazione dell’aroma è automatica, così come la funzione anti goccia aiuta a gestire l’emissione di caffè senza sprechi. E, aspetto ancora più interessante, tutto questo può essere facilmente gestito attraverso un comodo display touchscreen. Alte due considerazioni importanti riguardano infine la brocca capiente per la preparazione fino a dieci tazze, il filtro permanente facile da pulire e l’appartenenza alla classe energetica A+++ che riduce i consumi nel rispetto dell’ambiente.

Aigostar Chocolate 30 HIK

Ultimo aggiornamento 2020-07-03

Ecco a voi un’altra macchina estremamente potente, adatta a famiglie numerose, ad ambienti di lavoro o, semplicemente, ai più grandi appassionati di caffè. Come il modello precedente, la potenza è assicurata tanto dalla qualità del design che dalle prestazioni offerte.

La potenza di 1000 watt consente infatti di preparare velocemente fino a dieci tazze di caffè e di lasciarle in caldo grazie alla piastra che mantiene il calore per 40 minuti prima di spegnersi. Il tasto on/off rende semplice l’utilizzo e, allo stesso modo, la rimozione del filtro per la pulizia avviene attraverso un’operazione molto semplice. Infine, la versatilità di cui è dotato consente di utilizzare la macchina oltre che per il caffè anche per preparare thè, tisane e cioccolata calda.

Macchina da caffè Americano Philips HD7462/20

Ultimo aggiornamento 2020-07-03

Concludendo, l’azienda Philips propone una macchina semplice ed efficiente, pratica non solo nell’utilizzo ma anche nella manutenzione considerando che le parti componenti possono essere rimosse e comodamente lavate in lavastoviglie senza subire danni.

Allo stesso modo degli altri modelli segnalati, si tratta di un prodotto dall’estetica estremamente pulita ed elegante che ha l’obiettivo di rendere facile la pulizia e intuitivo il suo utilizzo. La capienza della caraffa in questo caso è di 1,2 litri e insieme alla potenza di 1000 watt permette di preparare fino a 15 tazze di caffè che, oltre a essere mantenuto caldo per 30 minuti fino all’auto spegnimento, viene mescolato mediante il beccuccio Aroma Twister rendendo l’aroma ancora più intenso. Mentre altre caratteristiche che ottimizzano l’interazione della macchina con le persone sono il sistema antigoccia per comprendere quando l’erogazione è terminata, l’interruttore di accensione a LED che aiuta a capire quando la macchina è accesa, e gli indicatori intelligenti del livello dell’acqua in modo da regolarsi per riempire nuovamente il serbatoio.

Guida all’acquisto: le vostre domande più frequenti sulla macchina per caffè americano

Come si usa la macchina per caffè americano?

La macchina da caffè americano ha un utilizzo molto semplice, così che anche i modelli più innovativi nonostante le funzioni integrate possono essere usati in maniera rapida e senza complicazioni. Il funzionamento base prevede come prima cosa di riempire la macchina con la miscela preferita e il serbatoio con una quantità d’acqua che dipende da quanto caffè vogliamo preparare. Dopodiché si passa ad azionare la macchina impostando una funzione preferita, se si desidera. Nel caso in cui fosse presente è possibile impostare il miscelatore in modo da concludere la preparazione mescolando la bevanda per rendere il sapore più intenso. Una volta terminato il processo di erogazione si consiglia di svuotare e ripulire il serbatoio, oppure avviare un ciclo di autopulizia in modo da non compromettere l’efficienza della macchina.

Quale caffè bisogna usare per la macchina caffè americano?

Rispetto al caffè espresso, quello americano ha un sapore più intenso e una consistenza più liquida. Per questo motivo è importante utilizzare la miscela adatta a queste caratteristiche in modo da ottenere il risultato migliore. Innanzitutto, partendo dalla differenza tra qualità Arabica e Robusta, possiamo subito dichiarare che quella Arabica è la più indicata in quanto conferisce un gusto deciso rispetto all’altra caratterizzata da una maggiore corposità. Oltre a questo è consigliabile utilizzare un tostato chiaro per ottenere una maggiore freschezza nella bevanda e un macinato abbastanza grosso ideale per rendere la sgocciolatura continua e abbondante.

Come decalcificare la macchina per caffè americano?

Residui di caffè e calcare possono essere due fattori di disturbo nel funzionamento della nostra macchina. Ma se i primi possono essere facilmente rimossi con l’acqua nel secondo caso bisogna agire in maniera più specifica. Alcune macchine sono dotate di un programma di autopulizia, per cui dopo l’uso è possibile avviare un ciclo di pulizia completo, ma si tratta anche di opzioni più nuove e costose, così nella maggior parte dei casi la modalità di pulitura della macchina maggiormente diffusa è quella manuale. In questo caso possono essere utilizzati prodotti decalcificanti specifici o alternative naturali come l’aceto, il bicarbonato e l’acido citrico. Una volta svuotata completamente la macchina, bisognerà solo riempire il serbatoio prima con acqua mista al decalcificante scelto, posizionare un contenitore vuoto davanti l’erogatore e avviare il funzionamento fino a quando tutta l’acqua non sarà stata erogata. Infine è consigliabile effettuare più cicli solo con acqua fresca in modo da assicurarsi di aver eliminato eventuali residui di decalcificante.

Criteri da considerare nell’acquisto di una macchina per caffè americano

Riassumendo in breve gli aspetti da considerare per l’acquisto di una macchina per caffè americano, quelli da considerare con maggiore attenzione sono i seguenti:

  • Capienza e dimensioni. Sono caratteristiche che si riferiscono sia al serbatoio dell’acqua che alla brocca del caffè. In entrambe i casi la scelta di un modello più o meno grande dipende dalle nostre esigenze in primis, dal numero di persone che utilizzerà la macchina e dallo spazio che abbiamo a disposizione. In particolare la grandezza della brocca può essere misurata in tazze o in litri, e va da un massimo di 20 tazze a un minimo di 3 o 4 tazze, mentre quella del serbatoio solitamente dipende dal suo essere estraibile o integrato. La prima tipologia ha il vantaggio di essere più facile da pulire mentre la seconda è caratterizzata da dimensioni maggiori.
  • Potenza. Anche in questo caso si tratta di un fattore che dipende dall’uso che dobbiamo fare della macchina in quanto è vero che si tratta di un piccolo elettrodomestico ma bisogna ricordare che potremmo avere l’esigenza di preparare grandi quantità di caffè oppure di avere poco tempo a disposizione e quindi necessitare di un prodotto particolarmente efficiente.
  • Funzioni. Per quanto riguarda le funzioni sono strettamente legate al prezzo del prodotto perché ne identificano la reale efficienza oltre che il livello tecnologico e di innovazione, per cui un modello più nuovo e con un maggior numero di funzioni ovviamente avrà anche un prezzo più elevato. Esistono quindi delle funzioni base che sono presenti in tutti gli apparecchi e altre invece esclusive. In generale quelle che interessano maggiormente il consumatore sono: il timer per gestire l’avvio ritardato della macchina e avere il caffè pronto quando si desidera, l’autospegnimento in modo da evitare sprechi e non danneggiare l’apparecchio, la funzione autopulente soprattutto per i modelli con serbatoio integrato in quanto si tratta di un’opzione che permette l’avvio automatico di un ciclo di pulizia per rimuovere residui di caffè o calcare. A queste ne vanno aggiunte altre più specifiche ma allo stesso modo estremamente utili: la funzione aroma per ottimizzare il gusto del proprio caffè impostando un’erogazione dell’acqua più lenta per favorire un maggiore assorbimento dell’aroma del caffè, la funzione antigoccia che permette di stoppare la macchina evitando il gocciolamento e quella definita miscela che invece utilizza un beccuccio rotatorio interno alla macchina per mescolare il caffè prima di essere servito in modo da rendere il suo aroma più intenso.
  • La scelta dei filtri. Rispetto a una macchina per caffè espresso, quella per caffè americano utilizza chicchi di dimensione maggiore e aroma più intenso. Scegliere un buon filtro è importante per assicurarci il risultato migliore in base alle nostre aspettative, ma la scelta del filtro riguarda anche il sistema di filtraggio delle impurità dell’acqua nel caso in cui si decida di optare per l’utilizzo dell’acqua del rubinetto. Nel primo caso la scelta è tra filtri usa e getta in carta e filtri integrati in nylon o in acciaio che devono essere estratti e lavati dopo ogni utilizzo, mentre nel secondo caso il filtro per l’acqua è integrato in alcuni modelli.
  • Design. Trattandosi di un elettrodomestico caratterizzato da un uso quotidiano spesso molto frequente, è importante che sia caratterizzato da un buon livello di ergonomia e da un design semplice e comunicativo in modo da renderne l’uso semplice e intuitivo anche grazie alla presenza di display integrati che facilitano l’interazione.

Altre macchine da caffè americano più vendute su Amazon

Ultimo aggiornamento 2020-07-03

In conclusione

Quella del caffè americano è ormai un’abitudine sempre più diffusa non solo in America ma anche nelle altre parti del mondo e di conseguenza le macchine impiegate per la sua preparazione sono sempre più richieste sul mercato. Proprio questa diffusione ha fatto crescere nel tempo il numero di varianti presenti consentendo oggi un’ampia possibilità di scelta che va dai modelli più semplici e tradizionali a quelli innovativi e con molte funzioni integrate. Inoltre i prezzi molto accessibili e la facilità di manutenzione rappresentano altre due caratteristiche rilevanti che possono stimolare le persone all’acquisto o anche solo ad incuriosirsi verso questo apparecchio e a voler scoprire qualcosa in più sulla modalità di utilizzo e sulle prestazioni offerte. Infatti tra gli aspetti più interessanti di questo prodotto c’è la versatilità, tradotta come possibilità di utilizzarlo oltre che per il caffè anche per preparare il thè, le tisane o la cioccolata calda.