Miglior idropulitrice – Quale modello acquistare, ad acqua calda o fredda

L’idropulitrice è un macchinario che non è solo portato per un utilizzo professionale, ma che può essere usato anche da noi privati, per lavori di fai da te e pulizia, in generale, delle superfici del nostro abitato.
I diversi usi li vedremo dopo ma, adesso, inizieremo con il confronto tra le migliori idropulitrici in commercio, testate e recensite dai nostri utenti.

Fare un confronto per trovare la migliore idropulitrice si è rivelato fondamentale, vista l’ampia gamma di questa tipologia di prodotti e l’elevata variazione di prezzo. Per supportarti nella tua scelta finale all’acquisto, e per fornirti i consigli necessari, abbiamo realizzato un confronto tra alcuni modelli. Consulta senza ulteriori indugi il nostro confronto e scopri il modello che più fa per te.

Migliori idropulitrici del 2022

Vi proponiamo, di seguito, una presentazione dettagliata e ben argomentata delle principali caratteristiche e vantaggi dei prodotti che abbiamo selezionato, attualmente le idropulitrici più interessanti di quest’anno.

Black & Decker BXPW1600PE

ultimo aggiornamento 21 marzo 2022

Questo modello id idropulitrice, prodotto da Black & Decker, è a nostro parere il miglior per qualità prezzo. Quindi, se non intendi utilizzarla per lavori “molto” professionali”, questa idropulitrice è il giusto compromesso tra bassa spesa e molta resa.

La sua compattezza e leggerezza sono, comunque, capaci di rendere ben 125 bar di pressione massima, abbastanza da consentirvi di riuscire in qualsiasi lavoro di pulizia. Venduta con ben 8 accessori, ognuno dei quali vi aiuterà a eseguire mansioni diverse. Per esempio, vi sarà fornita una spazzola rotante ideale per la pulizia di pavimentazioni esterne come il patio in legno o pavimento in pietra.
Ultima chicca di questo prodotto è sicuramente il filtro per trattenere le impurità e ottimo per prolungare la vita del macchinario stesso.

Karcher k4 Premium Full Control

ultimo aggiornamento 21 marzo 2022

Il marchio Karcher, senza troppi preamboli, può affermare di essere il leader di questo settore (nonché inventore di questo prodotto) e lo vuole confermare immettendo prodotti sul mercato che distruggano la concorrenza.
Ci riesce bene, perché il modello K4 ha davvero tanto da offrire e, cosa più importante, è sicuramente uno dei più potenti in commercio.
E’ il tipo di idropulitrice che, potete stare sereni, vi garantirà sempre il meglio che possiate ottenere da un lavoro di pulizia.

Con una pressione bar a 130 e una portata fino a 420 l/h, potrete avere quasi paura ad usare così tanta potenza ma non dovete averla! Grazie al pratico display LED incorporato, infatti, potrete avere pieno controllo sulla pressione dell’acqua e modularla a seconda delle vostre esigenze.
Nel complesso, è stata costruita con materiale di assoluta qualità e quindi anche la sua durevolezza nel tempo è assicurata, dandoti più fiducia nel caso scegliessi questa idropulitrice.

Bosch EasyAquatak 120

ultimo aggiornamento 21 marzo 2022

Ideato per chi di un’idropulitrice non ne può proprio fare a meno e, di conseguenza, vuole portarsela con se ovunque, questo è il modello giusto. Già solo dall’immagine in evidenza avrete notato la sua compattezza; il suo peso ve lo diciamo noi, stiamo parlando di soli 4,5 kg.

Tutto questo non è a discapito delle sue prestazioni che, certamente non possono essere paragonate ai modelli esaminati in precedenza, ma davvero l’easyaquatak 120 è da tenere in considerazione.
Per una portata di 350 L/h, l’EasyAquatak 120 sottopone il motore ad erogare una pressione di 120 bar, questa già supera la pressione di regolazione che consente di effettuare una pulizia profonda e rimuovere anche lo sporco più ostinato. Facile da installare, in due passaggi e tre movimenti otterrai un detergente subito pronto all’uso. Ha una base abbastanza ampia per una buona stabilità ogni volta che lo si appoggia a terra. Chi l’ha recensito, come noi, ha speso tante belle belle parole e non chiedetevi più il perché.

Guida all’acquisto: le vostre domande frequenti sull’idropulitrice

Vogliamo soddisfare al meglio gli utenti di lovelycasa, quindi, in questa seconda parte della guida, risponderemo alle domande più frequenti, quelle rilasciate nei vari forum e che necessitano di una risposta per una conoscenza piena di questo accessorio e, in questo modo, riuscire a saperlo usare al meglio.

Che cos’è un’idropulitrice

l’idropulitrice è una macchina per la pulizia che spruzza l’acqua ad alta pressione. Le sue prestazioni dipendono dalla pressione dell’acqua e dal volume dell’acqua. La pressione parte da 110 bar e può arrivare fino a 210 bar per i modelli avanzati e oltre per le idropulitrici professionali. La pressione e la portata espresse in litri all’ora (l/h) o al minuto (l/min) determinano la potenza delle idropulitrici.

Come funziona l’idropulitrice?

Il funzionamento di un’idropulitrice, che sia ad acqua calda o fredda, è possibile grazie allo stesso principio, indipendentemente dal modello. L’acqua utilizzata viene compressa da un motore a pistoni e successivamente rilasciata nella direzione della lancia una volta che l’utente preme il pulsante di getto sul dispositivo.

Questo è anche il motivo per cui spesso è necessario aspettare qualche secondo per il getto, dopo l’accensione dell’idropulitrice. Questo ne garantisce l’approvvigionamento idrico prima di iniziare l’operazione di compressione. Inoltre, per evitare danni, il dispositivo è dotato di una serie di valvole, le quali, consentono di mantenere la pressione nel vano di compressione, ma anche di prevenire la comparsa di bolle d’aria.

Quali tipi di idropulitrici esistono?

Per orientarti al meglio nella scelta finale, è necessario che tu sappia quale tipo di idropulitrice stai acquistando. Ecco quali puoi trovare in commercio.

  1. L’idropulitrice ad acqua fredda: Esiste davvero un’idropulitrice ad acqua fredda? questo è il modello di idropulitrice più utilizzato dai clienti. Il suo principale vantaggio è il suo prezzo più accessibile.
    Consente inoltre una pulizia leggera, efficiente e pratica. È il modello giusto per lavare auto, pulire mobili da giardino, terrazze, muri o biciclette.

Tuttavia, questo modello è meno efficace nella rimozione dello sporco ostinato. Anche utilizzando un detergente molto efficace, l’idropulitrice ad acqua fredda non elimina lo sporco più difficile.

  1. L’idropulitrice ad acqua calda: Esiste davvero un’idropulitrice ad acqua calda?Per eliminare lo sporco più ostinato è meglio utilizzare un’idropulitrice ad acqua calda.
    Quando facciamo un confronto con il primo modello, ci rendiamo conto che questo tipo di dispositivo è totalmente adatto per un’operazione completa di pulizia delle superfici incrostate di sporco. La temperatura dell’acqua in questo modello può raggiungere i 140°C. Per una maggiore efficienza, è necessario miscelare l’acqua con il detersivo. Naturalmente, per via della sua maggiore efficienza, aspettatevi anche un prezzo più alto.
  2. L’idropulitrice mobile: Utilizzato per la pulizia di uffici e macchine industriali, sarà necessario spostarlo su ruote perché è abbastanza pesante, ma offre una qualità di pulizia superiore.
  3. L’idropulitrice fissa: Esiste davvero un’idropulitrice a gas fissa?A differenza dell’idropulitrice mobile, la versione fissa è dotata di un capiente serbatoio da appoggiare a terra. Ha un lungo tubo di spruzzatura dell’acqua lungo almeno 10 metri. Questo tipo di pulitore è dotato di un motore molto potente e funziona a olio o gas. Si distingue anche per l’essere molto rumoroso confronto agli altri, quindi sono necessarie un casco o delle cuffie antirumore per non rischiare danni all’udito.

Che prodotto mettere all’interno?

A seconda del lavoro di pulizia che hai pianificato, potrebbero essere necessari alcuni prodotti molto specifici. Tuttavia, prima ancora di acquistarli, assicurati che siano compatibili con un’idropulitrice. Tra questi diversi prodotti per idropulitrici, troverai ad esempio solvente, decerante, prodotto sgrassante, agente schiumogeno, detergente anticalcare o anche prodotti per la pulizia di terrazze o facciate, ad esempio. Qualunque sia il prodotto scelto, non dimenticare di rispettare le dosi consigliate.

Quanto deve essere potente la mia idropulitrice?

La potenza di un’idropulitrice è solitamente espressa in watt. Molto spesso è legata alla pressione e alla portata massima della macchina. Ecco un’idea della potenza richiesta a soddisfare questi diversi compiti:

Edifici professionali, fienili o garage: 4000 W, 200 bar e altro ancora.
Facciate, pareti: 3000 W, 160 bar
Terrazzi, tetti, grondaie: 2000 W, 140-160 bar
Auto, moto: 1500 W, 120 bar
Biciclette, attrezzi da giardino: 1300 W, 100-120 bar

Inoltre, vi consigliamo di verificare che la pressione possa essere regolata in modo da non rischiare di danneggiare i materiali fragili. Non fate affidamento solo sulla pressione massima che viene annunciata grossolanamente sull’etichetta e soprattutto cercare di conoscere la pressione di esercizio, quest’ultima è la pressione realmente sfruttabile.

Si può usare acqua piovana con l’idropulitrice?

Non tutte le idropulitrici sono in grado di avviarsi senza la pressione di un circuito idraulico convenzionale. I modelli entry-level, quelli a bassa potenza, non sono generalmente in grado di essere alimentati da un serbatoio. Sarà quindi necessario utilizzare una pompa tra il serbatoio e l’idropulitrice.
Particolare attenzione va prestata alla qualità dell’acqua utilizzata e soprattutto all’assenza di particelle in essa contenute. I piccoli detriti vengono facilmente filtrati, ma le impurità più fini possono richiedere un filtro specifico, senza contare che le pompe delle idropulitrici sono molto sensibili a tali particelle e possono rischiare di danneggiarsi.

come scegliere idropulitrice

Come scegliere una buona idropulitrice

Prima di comporre la nostra classifica, è stato necessario basarsi su dei criteri che potessero identificare quali sono idropulitrici migliori. Ecco quali abbiamo scelto.

  • Potenza e pressione: Questo è, senza dubbio, il primo criterio considerato da noi e dagli utenti. Potenza e pressione sono indicatori che ci consentono di capire quale lavoro possiamo svolgere e con quale efficacia. In generale, queste caratteristiche consentono di esprimere un’opinione sulla prestazione.

In condizioni normali, gli utenti hanno scelto una potenza minima di 1.300 W e una pressione da 100 a 110 bar. La potenza e la pressione indicate per un ulteriore utilizzo sono determinate dopo il test da 1.600 W e 130 bar.

  • Lunghezza del tubo: Per un esperienza pratica e confortevole, gli utenti hanno scelto una lunghezza minima di 4 metri dopo il test.
  • La lunghezza del cavo elettrico: Per determinare se la lunghezza del cavo potrà essere sufficiente, vi consigliamo di farvi un’idea della zona in cui andrete a utilizzare l’idropulitrice e misurare la sua distanza con la presa di corrente più vicina.
  • Il prezzo: questo criterio non è trascurabile, tanto più in questa gamma di prodotti, dove i prezzi variano molto. A seconda in particolare delle prestazioni e degli accessori forniti, ci vorranno in media 250 euro per un’idropulitrice di qualità. Vale a dire, però, che i prezzi partono da un centinaio di euro e possono arrivare a 4.000 euro per i modelli professionali. Per un utilizzo particolare, la fascia di prezzo può variare da 100 a 800 euro.

Le idropulitrici professionali ad acqua calda più scelte

ultimo aggiornamento 21 marzo 2022

In conclusione

Hai deciso il modello ma dove acquistare questo macchinario? In questa fase puoi scegliere tra un negozio specializzato e un sito online per l’acquisto del tuo addetto alle pulizie.
Puoi recarti fisicamente in un negozio o fare il tuo acquisto su Internet in tutta tranquillità. Il vantaggio di acquistare online un’idropulitrice è che non sei sotto pressione e puoi fare la tua selezione in modo obiettivo. Inoltre, con le opinioni degli utenti di lovelycasa, i quali hanno già testato i migliori modelli, puoi leggere recensioni realistiche e scegliere il miglior dispositivo.